NUOVO TREND COREANO: LE SPLASH MASK

I k-beauty rituals (rituali di bellezza coreani) non abbandonano l’occidente e propongono una maschera che va ad aggiungersi alle maschere in tessuto: le splash task, ovvero maschere liquide.

Dalla consistenza quasi simile a un tonico o a un’acqua profumata, rispondono a qualsiasi diverso bisogno della pelle dall’illuminare al calmare i rossori o all’esfoliazione esattamente come qualsiasi altra maschera, ma fanno dell’acqua – elemento importantissimo nella beauty routine delle coreane – il vero punto di forza, alla quale vengono aggiunte diverse essenze a seconda della specifica necessità.

Una curiosità: in Corea non si chiamano così. Ciò che vedrete scritto sulle confezioni è invece patting mask e ciò è dovuto alla gestualità necessaria alla loro corretta applicazione: piccole “pacche” sulla pelle, che amplificano l’assorbimento dei principi attivi in esse contenute – senza contare l’effetto massaggio delle dita sui muscoli del viso, tonificante e rassodante.

Come si applicano?
Picchiettandole per circa 10 secondi con i polpastrelli, posa e risciacquo.
Il tempo di posa, se così possiamo chiamarlo, è ancora più invitante. Circa 15-20 secondi sono più che necessari allo svolgimento del loro lavoro, rendendole praticamente perfette persino al mattino prima di andare al lavoro – impensabile per i classici 15 minuti delle formulazioni tradizionali.
Per il risciacquo, continuare a picchiettare utilizzando acqua.

Glow Recipe Patting Splash Mask
Boscia Tsubaki Splash Mask

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...